Vai al menu

Titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo   Feed Rss

L’organo di indirizzo politico-amministrativo nelle istituzioni scolastiche è il Consiglio di Istituto.

   Componenti: Dirigente Scolastico, 8 rappresentanti degli insegnanti dell’Istituto, 4 rappresentanti dei genitori, 4 rappresentanti degli studenti(per le scuole sec. di 2° grado), 2 rappresentanti del personale ATA (personale amminisrtativo, tecnico e ausiliario).
     COMPETENZE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO 
 

  1.   APPROVAZIONE DEL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA (ART.3 D.P.R.15/397 N.59 – “REGOLAMENTO AUTONOMIA ISTITUZIONI SCOLASTICHE”)  
  2.  APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA ANNUALE (ART.2 D.M. 1/2/2001 N.44 –“REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO CONTABILE DELLE ISTITUTZIONI SCOLASTICHE”) 
  3.  VERIFICA STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA ANNUALE  (ART.6,COMMA1 D.M. 1/2/2001 N.44 –“REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO CONTABILE DELLE ISTITUTZIONI SCOLASTICHE”) 
  4.  VARIAZIONI AL PROGRAMMA CONSEGUENTI AD ENTRATE NON FINALIZZATE O A STORNI (ART.6,COMMA2 D.M. 1/2/2001 N.44 –“REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO CONTABILE DELLE ISTITUTZIONI SCOLASTICHE”)  
  5. APPROVAZIONE CONTO CONSUNTIVO  (“ART.18 D.M. 1/2/2001 N.44 –“REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO CONTABILE”) 
  6. INTERVENTI NELL’ATTIVITA’ NEGOZIALE (“ART.18 D.M. 1/2/2001 N.44 –“REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO CONTABILE”):
   A) DELIBERA IN ORDINE A:
  • Accettazione e rinuncia a legati, eredità e donazioni; ·        
  • Costituzione o compartecipazione a fondazioni, all’istituzione o compartecipazione a borse di studio;
  •  · Accensione di mutui e in genere ai contratti di durata pluriennale;       
  • Contratti di alienazione, trasferimento, costituzione, modificazione di diritti reali su beni immobili;
  •  Adesione a reti di scuole o consorzi; ·       
  •  Utilizzazione economica delle opere dell’ingegno; ·       
  •  Partecipazione della scuola ad iniziative che comportino il coinvolgimento di agenzie, enti, università, soggetti pubblici e privati; ·       
  •  Eventuale individuazione del superiore limite di spesa di cui all’art. 34 comma 1 (richiesta tre preventivi per forniture di valore superiore a €. 2.000,00); ·        
  • Acquisto di immobili.
 B)DETERMINAZIONE DEI CRITERI E LIMITI PER LO SVOLGIMENTO DA PARTE DEL DIRIGENTE DELLE SEGUENTI ATTIVITà NEGOZIALI: ·        
  • Contratti di sponsorizzazione; ·        
  • Contratti di locazione di immobili;        
  • Utilizzazione di locali, beni o siti informatici, appartenenti all’istituto, da parte di soggetti terzi;
  • Convenzioni relative a prestazioni del personale della scuola e degli studenti per conto terzi;
  •  Alienazione dei beni e servizi prodotti nell’esercizio di attività didattiche o programmate a favore di terzi;     
  • Acquisto e alienazione di titoli di stato; ·        
  • Contratti di prestazione d’opera con esperti per particolari attività ed insegnamenti;
  • Partecipazione a progetti internazionali 
7 ) DETERMINAZIONE DEI CRITERI OBBLIGATORI E VINCOLANTI PER LE SEGUENTI ATTIVITA’ (T.U.N.297/94): ·       
  •  Criteri generali per la programmazione educativa; ·        
  • Criteri generali per la programmazione e l’attuazione delle attività extrascolastiche, parascolastiche, integrative, ecc. ·        
  • Criteri generali per la formazione delle classi; ·        
  • Criteri generali formulazione orario delle lezioni ·        
  • Criteri generali per l’adattamento dell’orario delle lezioni alle condizioni ambientali;  
 8) APPROVAZIONE DELLE MODIFICHE AL CALENDARIO SCOLASTICO REGIONALE 
 9) ADOZIONE DEL REGOLAMENTO INTERNO 
 10)ADOZIONE DELLE SANZIONI DISCIPLINARE AGLI STUDENTI PER PERIODI SUPERIORI A QUINDICI GIORNI O PER QUELLE CHE PREVEDONO L’ECLUSIONE DALLO SCRUNIO FINALE O LA NON AMMISSIONE ALL’ESAME DI STATO.(D.PR.235/2007; D.P.R249/98)
 
Giunta Esecutiva: Componenti: N. 2 componenti di diritto (Dirigente Scolastico e  Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi); altri quattro membri direttamente designati dal Consiglio di Istituto nell’ambito del Consiglio stesso; un rappresentante degli insegnanti, un rappresentante dei genitori, un rappresentante degli studenti, un rappresentante del personale non insegnante.      

 COMPETENZE DELLA GIUNTA ESECUTIVA:
  1.    POTERE GENERALE DI PROPOSTA NEI CONFRONTI DEL CONSIGLIO DI Istituto
  2.    PROPONE AL CONSIGLIO, PER L’APPROVAZIONE, LA RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE   PREDISPOSTO DAL DIRIGENTE
  3.  DELIBERA L’ORGANICO DEGLI ASSISTENTI TECNICI

Cookie policy Numero visitatori 5022             
torna all'inizio del contenuto