SCHEDA PER LA PREDISPOSIZIONE ENTRO IL 31/03/2021 DELLA RELAZIONE ANNUALE DEL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA La presente scheda è compilata dal RPCT delle pubbliche amministrazioni relativamente all'attuazione del PTPCT 2020 e pubblicata sul sito istituzionale dell'amministrazione. Le società e gli altri enti di diritto privato in controllo pubblico nonché gli enti pubblici economici utilizzano, per quanto compatibile, la presente scheda con riferimento alle misure anticorruzione adottate in base al PNA 2019 (Delibera Anac n. 1064 del 13 novembre 2019).
ID Domanda Risposta (selezionare dal menù a tendina un'opzione di risposta oppure inserire il valore richiesto) Ulteriori Informazioni (Max 2000 caratteri)
2 GESTIONE DEL RISCHIO
2.A Indicare se è stato effettuato il monitoraggio di tutte le misure, generali e specifiche, individuate nel PTPCT (domanda facoltativa) Sì (indicare le principali criticità riscontrate e le relative iniziative adottate) Non si riscontrano criticità di rilievo, purtuttavia si prevede per il triennio 2021/2023 di intensificare sia le occasioni di confronto con i Dirigenti degli Ambiti Territoriali (Referenti del RPCT) e con il personale scolastico ad ogni livello coinvolto, che l'attivtà di monitoraggio, in quanto utile come attività di verifica ma anche di impulso sull'attuazione del Piano da parte delle scuole.
2.A.4 Se non è stato effettuato il monitoraggio, indicare le motivazioni del mancato svolgimento
2.B Indicare in quali delle seguenti aree si sono verificati eventi corruttivi e indicarne il numero (più risposte sono possibili). (Riportare le fattispecie penali, anche con procedimenti pendenti e gli eventi corruttivi e le condotte di natura corruttiva come definiti nel PNA 2019 ( § 2), nella delibera n. 215 del 26 marzo 2019 ( § 3.3.) e come mappati nei PTPCT delle amministrazioni):
2.B.1 Acquisizione e gestione del personale Si, indicare quali - N. 4 Art. 640 c.p.
2.B.2 Contratti pubblici
2.B.3 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari privi di effetto economico diretto ed immediato per il destinatario Si, indicare quali - N. 2 Corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio –art. 319 c.p.
2.B.4 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari con effetto economico diretto ed immediato per il destinatario Si, indicare quali - N. 1 peculato – art. 314 c.p. - N. 1 Turbata libertà del procedimento di scelta del contraente -art. 353 c.p. - N. 2 (n. 1 Corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio –art. 319 c.p. e n. 1 ex art. 323 c.p.)
2.B.5 Affari legali e contenzioso
2.B.6 Incarichi e Nomine Si, indicare quali - N. 1 peculato – art. 314 c.p.
2.B.7 Gestione delle entrate, delle spese e del patrimonio Si, indicare quali - N. 1 peculato – art. 314 c.p.
2.B.8 Aree di rischio ulteriori (elencare quali)
2.B.9 Non si sono verificati eventi corruttivi
2.C Se si sono verificati eventi corruttivi, indicare se nel PTPCT 2020 erano state previste misure per il loro contrasto
2.E Indicare se sono stati mappati i processi secondo quanto indicato nell'Allegato 1 al PNA 2019 (§ 3.2.) Si, tutti
2.F Se sono stati mappati i processi indicare se afferiscono alle seguenti aree:
2.F.1 Contratti pubblici Si
2.F.2 Incarichi e nomine Si
2.F.3 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari privi di effetto economico diretto ed immediato per il destinatario Si
2.F.4 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari con effetto economico diretto ed immediato per il destinatario Si
2.F.5 Acquisizione e gestione del personale Si
2.G Indicare se il PTPCT è stato elaborato in collaborazione con altre amministrazioni (domanda facoltativa) No
3 MISURE SPECIFICHE
3.A Indicare se sono state attuate misure specifiche oltre a quelle generali Sì,
3.B. Indicare quali sono le tre principali misure specifiche attuate (domanda facoltativa) - Rotazione nella formazione delle commissioni per la scelta del contraente per l'affidamento di lavori, forniture e servizi, per la concessione o l'erogazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari, nonché per l'attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere: la misura è stata applicata nella maggior parte dei casi e si è rilevata efficacia come strumento di prevenzione nella relativa area di rischio; - Le scuole paritarie: la Regione Siciliana, che ha competenza in ordine alle scuole paritarie, ha stipulato un protocollo d'intesa con l'USR, a cui è stata affidata l'attività di vigilanza, svolta mediante un piano di visite ispettive effettuate dai Dirigenti Tecnici. L'esito di tali controlli ha evidenziato l'utilità e l'efficacia della misura.
4 TRASPARENZA
4.A Indicare se è stato informatizzato il flusso per alimentare la pubblicazione dei dati nella sezione “Amministrazione trasparente” Sì (indicare le principali sotto-sezioni alimentate da flussi informatizzati di dati) Il 78% delle scuole ha informatizzato il flusso che alimenta “Amministrazione Trasparente” e le principali sottosezioni alimentate sono: Bandi di gara e contratti; Bilanci; Disposizioni Generali; Personale; Provvedimenti; Consulenti e collaboratori; Organizzazione; Pagamenti.
4.B Indicare se il sito istituzionale, relativamente alla sezione "Amministrazione trasparente", ha l'indicatore delle visite No (indicare se non è presente il contatore delle visite) Per il 90% delle istituzioni scolastiche non è presente il contatore delle visite per la sezione.
4.C Indicare se sono pervenute richieste di accesso civico "semplice" Sì (riportare il numero di richieste pervenute e il numero di richieste che hanno dato corso ad un adeguamento nella pubblicazione dei dati) Il 3% delle scuole ha ricevuto richieste di accesso civico "semplice", per complessive 64 richieste, 14 delle quali hanno dato corso ad un adeguamento nella pubblicazione dei dati.
4.D Indicare se sono pervenute richieste di accesso civico "generalizzato" Sì (riportare il numero complessivo di richieste pervenute e, se disponibili, i settori interessati dalle richieste di accesso generalizzato) Il 3% delle scuole ha ricevuto richieste di accesso civico "generalizzato”, per complessive 58 richieste che hanno interessato principalmente i settori: graduatorie, esami di stato, alunni, concorsi, bandi di gara e contratti.
4.E Indicare se è stato istituito il registro degli accessi Sì (se disponibili, indicare i settori delle richieste) Il 48% delle scuole ha istituito il registro degli accessi, si rileva quindi un aumento dell’8% delle scuole che lo hanno istituito rispetto allo scorso anno; le restanti scuole dichiarano prevalentemente che non sono pervenute richieste di accesso, che il registro è in via di definizione o che le richieste sono state registrate sul sistema di protocollo. Molte delle scuole che hanno istituito il registro degli accessi dichiarano comunque di non aver ricevuto richieste (il registro è quindi vuoto) e, laddove ricevute, i principali settori interessati risultano essere: alunni e didattica, amministrazione e contabilità, graduatorie, personale docente ed ATA, bandi di gara e contratti.
4.F E' rispettata l'indicazione che prevede di riportare nel registro l'esito delle istanze (domanda facoltativa) Si Delle scuole che hanno istituito il registro degli accessi (il 48%) il 97% rispetta l'indicazione che prevede di riportare nel registro l'esito delle istanze.
4.G Indicare se sono stati svolti monitoraggi sulla pubblicazione dei dati Sì (indicare la periodicità dei monitoraggi e specificare se essi hanno riguardato la totalità oppure un campione di obblighi) E' stato effttuato un monitoraggio annuale rivolto a tutte le istituzioni scolastiche della regione e riguardante un campione di obblighi.
4.H Formulare un giudizio sul livello di adempimento degli obblighi di trasparenza indicando quali sono le principali inadempienze riscontrate nonché i principali fattori che rallentano l’adempimento La maggior parte delle istituzioni scolastiche dichiara di aver rispettato gli obblighi di pubblicazione ai fini della Trasparenza.Le restanti scuole (circa il 2%) dichiarano che la sezione è aggiornata parzialmente principalmente per ragioni legate all’organizzazione della segreteria, a carenza di personale, a motivi tecnici, nonché alla contingente situazione epidemiologica.
5 FORMAZIONE DEL PERSONALE
5.A Indicare se è stata erogata la formazione dedicata specificamente alla prevenzione della corruzione No, anche se la misura era prevista dal PTPCT con riferimento all’anno 2020
5.B Se non è stata erogata la formazione in materia di prevenzione della corruzione, indicare le ragioni della mancata erogazione A causa della contingente emergenza pandemica, che ha comportato ulteriori difficoltà organizzative e logistiche ed un aumento del carico di lavoro per gli uffici amministrativi e per le Istituzioni scolastiche. E' comunque in corsi di definizione per il triennio 2021/2023.
5.E Se è stata erogata la formazione in materia di prevenzione della corruzione indicare se ha riguardato, in particolare: (domanda facoltativa)
5.E.1 Etica ed integrità
5.E.2 I contenuti dei codici di comportamento
5.E.3 I contenuti del PTPCT
5.E.4 Processo di gestione del rischio
5.C Se è stata erogata la formazione in materia di prevenzione della corruzione, indicare quali soggetti tra i seguenti hanno svolto le docenze:
5.C.1 SNA
5.C.2 Università
5.C.3 Altro soggetto pubblico (specificare quali)
5.C.4 Soggetto privato (specificare quali)
5.C.5 Formazione in house
5.C.6 Altro (specificare quali)
5.D Se è stata erogata la formazione in materia di prevenzione della corruzione, formulare un giudizio sulla formazione erogata con particolare riferimento all’appropriatezza di destinatari e contenuti, sulla base di eventuali questionari somministrati ai partecipanti
6 ROTAZIONE DEL PERSONALE
6.A Indicare il numero di unità di personale dipendente di cui è composta l’amministrazione:
6.A.1 Numero dirigenti o equiparati 750 750 Dirigenti scolastici
6.A.2 Numero non dirigenti o equiparati - 77.197 Personale docente e 19.196 Personale ausiliario, tecnico, amministrativo
6.B Indicare se nell'anno 2020 è stata effettuata la rotazione dei dirigenti come misura di prevenzione del rischio Sì (riportare i dati quantitativi di cui si dispone relativi alla rotazione dei dirigenti) La misura è applicabile solo ai Dirigenti Scolastici: n. 30 incarichi di reggenza e incarichi di presidenza sono stati conferiti sulla base del principio di rotazione.
6.C Indicare se l'ente, nel corso del 2020, è stato interessato da un processo di riorganizzazione (anche se avviato in anni precedenti e concluso o in corso nel 2020) (domanda facoltativa) No
7 INCONFERIBILITÀ PER INCARICHI DIRIGENZIALI D.LGS. 39/2013
7.A Indicare se sono state effettuate verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni rese dagli interessati sull'insussistenza di cause di inconferibilità No, la misura non era prevista dal PTPCT con riferimento all’anno 2020 E' in corso una attività di verifica sugli incarichi di presidenza conferiti. Con l'aggiornamento del Piano 2021/2023 si è provveduto ad introdurre la misura.
7.B Indicare, con riferimento all’anno 2020, se è stata accertata l’inconferibilità degli incarichi dirigenziali per sussistenza di condanna penale, ai sensi dell’art. 3 del d.lgs. n. 39/2013 No
8 INCOMPATIBILITÀ PER PARTICOLARI POSIZIONI DIRIGENZIALI - D.LGS. 39/2013
8.A Indicare se sono state adottate misure per verificare la presenza di situazioni di incompatibilità No, la misura non era prevista dal PTPCT con riferimento all’anno 2020 Con l'aggiornamento del Piano 2021/2023 si è provveduto ad introdurre la misura. Le modalità di verifica sono in fase di definizione.
9 CONFERIMENTO E AUTORIZZAZIONE INCARICHI AI DIPENDENTI
9.A Indicare se è stata adottata una procedura prestabilita per il rilascio delle autorizzazioni allo svolgimento di incarichi No, la misura non era prevista dal PTPCT con riferimento all’anno 2020 Il 77% delle scuole ha adottato autonamamente una procedura per il rilascio delle autorizzazioni allo svolgimento di inacrichi da parte del personale docente e ATA. Sostanzialmente la procedura si articola in questo modo: - istanza presentata al Dirigente scolastico (con o senza un modulo ad hoc); - verifica dei requisiti (ad es. verifica della tipologia del contratto e verifica delle incompatibilità); in alcuni casi la verifica viene fatta da una commissione ad hoc; - autorizzazione o diniego del Dirigente scolastico. Per quanto riguarda gli incarichi dei Dirigenti scolastici, l'autorizzazione è delegata agli Ambiti, ciascuno dei quali ha una propria procedura di autorizzazione.
9.C Indicare se sono pervenute segnalazioni sullo svolgimento di incarichi extra-istituzionali non autorizzati No Una sola scuola dichiara di aver ricevuto segnalazioni di incarichi extra-istituzionali non autorizzati. Complessivamente le segnalazioni sono state 3, nessuna delle quali è risultata fondata.
10 TUTELA DEL DIPENDENTE PUBBLICO CHE SEGNALA GLI ILLECITI (WHISTLEBLOWING)
10.A Indicare se è stata attivata una procedura per la presentazione e la gestione di segnalazione di condotte illecite da parte di dipendenti pubblici, come intesi all'art. 54-bis, co. 2, del d.lgs. n. 165/2001, idonea a garantire la riservatezza dell'identità del segnalante, del contenuto delle segnalazioni e della relativa documentazione
10.B Se non è stata attivata la procedura, indicare le ragioni della mancata attivazione
10.C Se non è stato attivato il sistema informativo dedicato, indicare attraverso quali altri mezzi il dipendente pubblico può inoltrare la segnalazione Email
10.D Se è stata attivata la procedura, indicare se sono pervenute segnalazioni di whistleblower No
10.G Formulare un giudizio sul sistema di tutela del dipendente pubblico che segnala gli illeciti indicando le misure da adottare per rafforzare la garanzia di anonimato e la tutela da azioni discriminatorie (domanda facoltativa)
11 CODICE DI COMPORTAMENTO
11.A Indicare se è stato adottato il codice di comportamento che integra e specifica il codice adottato dal Governo (D.P.R. n. 62/2013) No (indicare la motivazione) Il codice è stato predisposto per il comparto ministeriale; non ancora per il comparto scuola.
11.B Se è stato adottato il codice di comportamento, indicare se gli obblighi di condotta ivi previsti sono stati estesi a tutti i soggetti di cui all'art. 2, co. 3, d.P.R. 62/2013 (collaboratori e consulenti, titolari di organi e di incarichi negli uffici di diretta collaborazione delle autorità politiche, collaboratori di imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore delle amministrazioni) (domanda facoltativa)
11.C Se è stato adottato il codice di comportamento, indicare se sono pervenute segnalazioni relative alla violazione del D.P.R. n. 62/2013 e delle eventuali integrazioni previste dal codice dell’amministrazione
12 PROCEDIMENTI DISCIPLINARI E PENALI
12.B Indicare se nel corso del 2020 sono stati avviati procedimenti disciplinari per fatti penalmente rilevanti a carico dei dipendenti Sì (indicare il numero di procedimenti) 29
12.D Se nel corso del 2020 sono stati avviati procedimenti disciplinari per fatti penalmente rilevanti a carico dei dipendenti, indicare se i fatti penalmente rilevanti sono riconducibili a reati relativi a eventi corruttivi (Indicare il numero di procedimenti per ciascuna tipologia; lo stesso procedimento può essere riconducibile a più reati):
12.D.1 Peculato – art. 314 c.p. 5
12.D.2 Concussione - art. 317 c.p.
12.D.3 Corruzione per l’esercizio della funzione - art. 318 c.p.
12.D.4 Corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio –art. 319 c.p. 3
12.D.5 Corruzione in atti giudiziari –art. 319ter c.p.
12.D.6 Induzione indebita a dare o promettere utilità – art. 319quater c.p.
12.D.7 Corruzione di persona incaricata di pubblico servizio –art. 320 c.p.
12.D.8 Istigazione alla corruzione –art. 322 c.p.
12.D.9 Traffico di influenze illecite -art. 346-bis c.p.
12.D.10 Turbata libertà degli incanti -art. 353 c.p.
12.D.11 Turbata libertà del procedimento di scelta del contraente -art. 353 c.p. 1
12.D.12 Altro (specificare quali) 7 - 4 art. 640 c.p. (truffa) - 1 art. 326 c.p. (Rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio) - 2 art. 323 c.p. (Abuso d'ufficio)
12.E Se i fatti penalmente rilevanti sono riconducibili a reati relativi a eventi corruttivi, indicare a quali aree di rischio sono riconducibili i procedimenti penali (Indicare il numero di procedimenti per ciascuna delle sottostanti aree): (domanda facoltativa)
12.E.1 Contratti pubblici
12.E.2 Incarichi e nomine 4
12.E.3 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari privi di effetto economico diretto ed immediato per il destinatario 2
12.E.4 Provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari con effetto economico diretto ed immediato per il destinatario 5
12.E.5 Acquisizione e gestione del personale 4
12.F Indicare se nel corso del 2020 sono stati avviati a carico dei dipendenti procedimenti disciplinari per violazioni del codice di comportamento, anche se non configurano fattispecie penali Sì (indicare il numero di procedimenti) 178
13 ALTRE MISURE
13.A Indicare se si sono verificate violazioni dei divieti contenuti nell’art. 35 bis del d.lgs. n. 165/2001 per i soggetti condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati di cui al Capo I, Titolo II, Libro II, c.p. No Una sola scuola dichiara di aver ricevuto n. 1 segnalazione relativa alla violazione dei divieti contenuti nell’art. 35 bis del d.lgs. n. 165/2001 (partecipazione a commissioni e assegnazioni agli uffici ai soggetti condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati di cui al Capo I, Titolo II, Libro II, c.p.), che però non è risultata fondata.
13.B Indicare se ci sono stati casi di attivazione delle azioni di tutela previste in eventuali protocolli di legalità o patti di integrità inseriti nei contratti stipulati No
14 ROTAZIONE STRAORDINARIA
14.A Indicare se si è reso necessario adottare provvedimenti di rotazione straordinaria del personale di cui all'art. 16, co. 1, lett. l-quater, d.lgs.165/2001, a seguito dell'avvio di procedimenti penali o disciplinari per le condotte di natura corruttiva No No, la misura non era prevista dal PTPCT con riferimento all'anno 2020. Con l'aggiornamento del Piano 2021/2023 si è provveduto ad introdurre la misura.
15 PANTOUFLAGE
15.A Indicare se sono stati individuati casi di pantouflage di dirigenti No
15.B Indicare se sono state attuate le misure per prevenire il pantouflage No Con l'aggiornamento del Piano 2021/2023 si è provveduto ad introdurre la misura.
torna all'inizio del contenuto